| Certificazioni | Lavora con noi |

Il colosso Accor sceglie l’italiana MA Group per il nuovo Orient Express. Il restauro si farà a Piacenza

Mega commessa all’azienda italiana MA Group Ferroviaria per realizzare il nuovo treno di lusso Orient Express. Il colosso francese Accor ha scelto MA Group per la realizzazione di un treno di 18 carrozze. Il contratto prevede anche il servizio di full service per 15 anni. I lavori saranno tutti concentrati in Italia, nelle officine iper- specializzate della Sitav a Piacenza, “a dimostrazione del fatto – spiega la società – che il Made in Italy è una realtà produttiva in crescita, competitiva sia nei mercati europei che internazionali e, quella del lusso in particolare, può creare un’importante ricchezza sui territori anche attraverso l’indotto”.

 “Ci entusiasma questa nuova sfida con Accor – spiega Gianpaolo Pranzetti, dg di MA Group -. In gara c’erano altre importanti aziende europee del settore ma ancora una volta ha vinto il Made in Italy. Il nostro gruppo, tra l’altro, collabora già con Accor che è uno dei partner del progetto Orient Express Il treno della Dolce Vita che si sta realizzando nelle officine di Brindisi. Quindi, questo nuovo incarico, è per noi un successo, un’ulteriore conferma del nostro know-how”.

Il nuovo Orient Express consiste nel restyling e nel riammodernamento di 18 carrozze d’epoca del treno storico CIWL (Compagnie Internationale des Wagons-Lits) degli anni ‘20/30, utilizzate in passato per servizi commerciali e che Accor ha reperito in diversi paesi europei (Polonia, Germania, Francia e Svizzera). L’intervento di MA Group per Accor prevede la progettazione e l’integrazione di tutti i sistemi (compresi gli interiors e le decorazioni) da installare sul treno per soddisfare gli alti standard targati Orient Express di cui il gruppo Accor detiene il marchio.

“Per MA Group, che è attiva dal 2005, – spiega ancora la società – questo è un momento eccezionalmente positivo. Oltre alla nuova commessa che ha portato un incremento del fatturato a tre cifre, il gruppo chiude il 2022 con ricavi per 30 milioni e un utile di 1,7 milioni, il cui netto è stato interamente destinato all’aumento del capitale sociale, ora di 450.000, e che ha comportato la trasformazione da Srl a Spa. Grazie alla sola commessa Accor, al netto di nuovi ordini, i ricavi previsti nel 2023 saranno di oltre 50 milioni, con un utile previsto che viaggia intorno ai 315 milioni in aumento del 100% rispetto al 2022. Il nuovo treno, battezzato Orient Express Nostalgie Istanbul, sarà una perfetta sintesi tra la tradizione turistico-ferroviaria centenaria e la tecnologia più all’avanguardia e viaggerà attraversando molti paesi europei.

Altri Aggiornamenti

Non solo autisti di treni e autobus, anche il comparto ferroviario è alla ricerca di personale specializzato da assumere. Il

Il colosso francese Accor ha scelto MA Group per la realizzazione di un treno di 18 carrozze. Il contratto prevede

A bordo dei treni storici l’high-tech sposa la Belle Époque senza snaturarne lo stile antico e originale. Ad ‘officiare’ il

È già partito il restauro delle 18 carrozze dello storico treno Venice Simplon-Orient-Express di proprietà di LVMH Moët Hennessy Louis Vuitton